lunedì 7 febbraio 2011

L’obiezione di coscienza






















4 commenti:

pasquinando ha detto...

Ciao,

vorrei sollecitare un vostro commento sulla "Giornata nazionale delle malattie terminali" [!!!]

Sono sicuro che la cosa non vi lasciera' indifferenti...

Questo e' il link ad un mio post sull'argomento:
http://pasquinando.wordpress.com/2011/02/09/la-giornata-nazionale-degli-stati-vegetativi/

Con stima,

Lorenzo Malquori.

DiegoPig ha detto...

Personalemente penso che la gente sia troppo "fighetta", cioè troppo attenta all'apparenza.

I pagliacci vogliono fare la "giornata nazionale delle malattie terminali" nell'anniversario Englaro?

E un bel "ecchisenefrega" non ce lo mettiamo?

Quando il papa si lamenta del gay pride a Roma perchè "Roma è la città sede del Vaticano" la risposta è un sonoro "ecchisenefrega", come è giusto che sia.



Cordiali Saluti,
DiegoPig

Chiara Lalli ha detto...

Per quanto mi riguarda non c'è nulla da commentare.

paolo de gregorio ha detto...

Sono stato presente ad un intervento di Beppino Englaro e mi sembra di aver capito, da una domanda postagli, che è stato perfino invitato per quella giornata da un rappresentante di queste associazioni (immaginatevi la faccia tosta). Ha risposto in modo garbato ma lapidario: dicendo che lui non ha veramente niente da dire a queste persone, essendo loro ad aver tentato di obbligarlo a fare (o a protestare per non aver compiuto) una scelta conforme alla scelta che avrebbero fatto loro al suo posto (o meglio, al posto di Eluana), quando lui non si è mai lontanamente sognato di dire a loro che dovrebbero scegliere come avrebbe fatto Eluana e farebbe lui.