giovedì 8 maggio 2008

8 per mille democratico

L’appello promosso da MicroMega:

Di fronte all’offensiva clericale volta a limitare irrinunciabili libertà e diritti civili degli individui (che andrebbero invece decisamente ampliati), e alla subalternità e passività dello Stato nelle sue istituzioni parlamentari e governative, benché non credenti in alcuna religione, in occasione della dichiarazione dei redditi invitiamo tutti i cittadini democratici a devolvere l’otto per mille alla Chiesa Evangelica Valdese che le libertà e i diritti civili degli individui ha sempre rispettato e anzi promosso, e che si è impegnata ad utilizzare i proventi dell’otto per mille esclusivamente in opere di beneficenza e non a scopo di culto o di sostegno per i ministri e le opere della propria confessione religiosa.
Aggiornamento: i lettori di Bioetica apprezzeranno sicuramente il fatto che la Chiesa Evangelica Valdese destina parte dei fondi ottenuti attraverso l’otto per mille alla ricerca sulle cellule staminali embrionali. Nel 2007 un contributo di 100.000 Euro (e di 50.000 nel 2008) è stato assegnato al Laboratorio di Biologia delle Cellule Staminali e Farmacologia delle Malattie Neurodegenerative dell’Università di Milano (diretto da Elena Cattaneo), per una ricerca sulle staminali embrionali e la malattia di Huntington.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Per chi fosse interessato, ecco come vengono utilizzati i fondi dell'otto per mille dei valdesi:

http://www.ottopermillevaldese.org/

ciao,
Laura

giò ha detto...

la vostra iniziativa ha qualcosa a che fare con questa?

"Una iniziativa proposta sin dal 2003 dal dr. Roberto Palermo, ginecologo ed esperto di procreazione assistita, e alla quale ci associamo, per manifestare la nostra contrarietà alla legge 40/2004 sulla procreazione assistita e alle ingerenze della chiesa cattolica nelle scelte dei legislatori italiani:

PROPONIAMO A TUTTI COLORO CHE HANNO INTENZIONE DI MANIFESTARE IL LORO DISSENSO DI NON DEVOLVERE L'OTTO PER MILLE ALLA CHIESA CATTOLICA, E CHIEDIAMO CHE CHIEDANO DI FARE ALTRETTANTO A TUTTI I LORO CONOSCENTI SENSIBILI AL PROBLEMA"

Se sì perchè in qualche modo non vi coordinate? un fronte unico più ampio non ha più forza, di molti fronti frastagliati?

comunque grazie per quello che fate.
ciao

Giuseppe Regalzi ha detto...

Giò, l'iniziativa non è nostra, ma della rivista MicroMega. Noi ci limitiamo a farla conoscere.

Joe Silver ha detto...

In realta' e' da un po' di anni che diverse organizzazioni laiche fanno una (contro-)campagna informativa sull'8x1000, invitando a firmare per i valdesi.

Meglio ancora sarebbe se questa stupida tassa non ci fosse (o venisse interamente incamerata dallo Stato e non utilizzata per finanziare qualsivoglia confessione...)

sam ha detto...

Ciao Giuseppe, fatto e promosso tra amici e parenti.

rikkitikkitavi ha detto...

per me occorrerebbe diminuire le tasse dell'1,3 per cento, abolendo la beneficenza obbligatoria.

ma fino a che questo non sarà possibile, è necessario indirizzare il meno peggio possibile i nostri soldi.
il mio otto per mille va da sempre alla chiesa valdese.

il cinque per mille ad una organizzazione (cattolica) che vuole dare (e lo fa) una casa e una identità ai "barboni". i risultati li posso controllare, perché stanno a due passi da casa mia.

IL LAICISTA ha detto...

Anch'io sul mio blog sto facendo un po' di propaganda per i valdesi, ne vale la pena.