lunedì 28 agosto 2006

Per non sbagliare, condanniamo*

Staminali: il Vaticano boccia le ultime sperimentazioni, ANSA, 26 agosto 2006.

Il Vaticano boccia il metodo messo a punto dall’Advanced Cell Technologies per prelevare staminali dagli embrioni senza danneggiarli. “Le sperimentazioni annunciate – spiega monsignor Sgreccia, presidente della Pontificia Accademia della Vita – restano sempre nell’ambito della procreazione in vitro, di produzione di embrioni in vitro o per clonazione o per la fecondazione artificiale. Ciò da un punto di vista non solo cattolico, ma da un punto di vista bioetico è un fattore negativo”.
Verificate o no le tecniche per prelevare embrioni senza distruggerli, la condanna ci sta sempre bene!
È un fattore negativo da un punto di vista bioetico: cosa significa? Non sembra una spiegazione quella di Sgreccia, ma un dogma che non richiede nessuna esegesi. È un dogma, che pretendiamo? Ad essere condannata forse è, ancora una volta, la tecnica che offende la natura.

* Non somiglia alla storiella: quando torni a casa, dai uno schiaffo a tua moglie; tu non sai perché, ma lei sì?

4 commenti:

Marcoz ha detto...

Io chiedo un atteggiamento radicale riguardo ai rischi della tecnologia e vieterei, prima di tutto, l'uso dell'automobile.

Chiara Lalli ha detto...

Per non parlare del computer, moderno lucifero corruttore dei giovani animi.

Marcoz ha detto...

… e quindi io considererei peccato mortale l'acquisto di un auto su E-bay.

Chiara Lalli ha detto...

Il peccato mortale distrugge la carità nel cuore dell'uomo a causa di una violazione grave della Legge di Dio; distoglie l'uomo da Dio, che è il suo fine ultimo e la sua beatitudine, preferendo a lui un bene inferiore...

Mi hai dato lo spunto per Lezione di catechismo (3)!!