domenica 20 luglio 2008

La verginità realizza la sessualità

Vale la pena di leggere l’intervista ad Angelo Scola per intero (o forse no, tanto sembra un disco rotto e incantato sulla parte più noiosa). Una risposta è particolarmente interessante.

Non le manca mai il fatto di non essersi formato una famiglia?
«Ma la verginità, nel mio caso il celibato, è un altro modo di realizzare sino in fondo la propria affettività, compresa la propria sessualità.
Lo so lo so: a pensar male si fa peccato...

6 commenti:

Capitano ha detto...

Secondo te lui crede a quello che dice?

[da tanto che non tornavo a farvi visita]

BUENA VIDA

Knef ha detto...

Mi viene in mente questo.

Massimo Zambelli ha detto...

omnia munda mundis

Card. Angelo Scola ha detto...

ed ho anche imparato ad alternare le mani per evitare i calli. vedete: la verginità rende più arguti

Slipperypond ha detto...

Bisognava rispondere che anche la morte della Englaro è un modo di esercitare il diritto alla vita, se siamo in vena di frasi a effetto. E poi bisognava però procedere a somministrare una generosa dose di coppini e frizzini con attingendo al repertorio della battute fatte e subite negli spogliatoi ai tempi del liceo. (Federica la mano amica, etc)

dedalus ha detto...

Bisogna dargli atto che e` riuscito a dire cazzate in un quantitativo di campi enorme in una sola intervista. Ma fare domande vere non usa piu` nelle interviste?