sabato 19 maggio 2007

Nessun pedofilo, solo qualche indigestione

Ognuno, evidentemente, si consola come vuole. O, meglio, come può. Così stupisce solo in parte che dinanzi alla vitalità cattolica documentata sabato scorso in Piazza San Giovanni, ci sia chi trovi benefico sfogo a rovistare nel bidone della spazzatura alla ricerca di qualche lisca di pesce o di qualche uovo in decomposizione. Confidando magari che qualche organo di informazione, più o meno clandestino, non faccia troppo lo schizzinoso, e rilanci generosamente il tutto, offrendo al proprio pubblico come sicuro il cibo ampiamente avariato.
Squisite metafore gastronomiche quelle usate da Andrea Galli (Infame calunnia via internet, Avvenire, 19 maggio 2007): lisca di pesce, uovo decomposto, cibo avariato. Squisite lobotomie della realtà: bambine e bambini abusati. Bambine e bambini abusati da preti (sconvolgente la simulazione in aula di O’Grady: “Sally… vieni bella bambina… fatti abbracciare… ”. Confesso che mi interrogo sulla opportunità di far interpretare al reo i suoi modi di adescamento piuttosto che di raccontarli semplicemente).
Secondo Andrea Galli si tratterebbe di questo: cibo avariato. E nel suo articolo servile e disgustoso non c’è nemmeno una parola, un dubbio, una domanda su tutte queste bambine e tutti questi bambini. Chissà, magari pensa davvero che siano tutte calunnie, nonostante vi siano prove ineludibili.
Ma che dico? Secondo lui invece è tutto falso. In base a quali argomentazioni?
Si tratta di un pot-pourri di affermazioni e pseudo-testimonianze che furono apertamente sconfessate a suo tempo dalla Conferenza episcopale inglese, la quale invitò l’augusta Bbc a “vergognarsi per lo standard giornalistico usato nell’attaccare senza motivo Benedetto XVI”.
Gran dimostrazione della inconsistenza delle accuse davvero! Come dubitarne?
Poi si intorta con la data dell’emanazione del Crimen Sollicitationis (16 marzo 1962) che scagionerebbe Ratzinger. Ah! Non poteva averlo scritto lui.
E infine ci spiega cosa fosse questo testo (a noi fetenti): bella retorica del Galli, cui non posso rispondere perché non ho ancora letto il documento per intero (anzi, se avesse la cortesia di farcelo avere tradotto in italiano, gli sarei eternamente grata e lui all’eternità dovrebbe crederci). Certo è che dagli stralci letti nel documentario (fazioso e ingiurioso) emerge una realtà diversa da quella proposta da Galli. Pazienza.
D’altra parte “I calunniatori dovrebbero chinare il capo e chiedere scusa”. Meglio se con un po’ di cenere.

(Per una critica più puntuale rimando ad Aioros e lo ringrazio per la sua infinita pazienza.)

12 commenti:

fabristol ha detto...

Chiara ti segnalo il testo in italiano qui:

http://www.ratzinger.it/modules.php?name=News&file=article&sid=202

é postato sul sito del Ratzinger FanClub. Non si può dubitare!! ;))

fabristol ha detto...

Per quella del 1962 invece la trovi sul sito della BBC qui:

http://news.bbc.co.uk/2/shared/bsp/hi/pdfs/28_09_06_Crimen_english.pdf


;))

usbeck ha detto...

«Esistono Galli che credono che il sole sia sorto perchè loro hanno cantato» :-)

Aioros ha detto...

Sarei stato ancora più paziente (e prolisso) se avessi avuto a disposizione il documento in inglese in formato testo... così com'è non potevo cercare nel testo, copiare e incollare, e mi è passata la voglia (non che Galli meritasse tanta pena, in effetti).

Anonimo ha detto...

ho letto sia l'intervento di Aioros che il tuo e devo dire che tutto ciò non lascia solo perplessi, ma fa davvero incazzare. Mi domando se i cattolici sono ciechi o credono veramente alle panzane che il clero fa circolare?
Giulia

Chiara Lalli ha detto...

Grazie Fabristol.

Aioros: Galli meritava ancor meno di quanto gli hai dedicato. Mi sorprende che nei 2 articoli che ho letto (su Repubblica e il Corriere della Sera) a commento della vicenda, più che commentare si riportava meramente quanto detto dal Galli (quanto imboccato al Galli). Peggio di una notizia di agenzia: non un commento, non una smentita né una conferma. Bah.

Giulia: credo che il potere di autoinganno (non solo dei cattolici) sia molto potente, e che riesca a trasformare anche le evidenze. D'altra parte, come sorprendersi dal momento che i cattolici credono in cose assolutamente incoerenti e fumose?

Michele ha detto...

Questo è il risultato del ragionare per fede. Arrivati all'evidenza si nega. Bah.

Anonimo ha detto...

Sempre troppo pronti a attaccare la Chiesa. La Chiesa non ha mai protetto i pedofili, è tutta una montatura per screditarla.

Marco

Cantor ha detto...

Ora che abbiamo concluso con il commento di Marco, possiamo andare a dormire. Questo ci mancava proprio, un difensore dei pedofili.

roberto ha detto...

Il corriere mi sembra un giornale affidabile... Penso che ne galli ne marco difendano i preti pedofili; però un conto è condannare chi ha commesso quei reati e un altro andare a lanciare accuse dicendo che la chiesa proteggeva o incentivava tali reati. Per carità, se così è successo che vengano puniti i colpevoli (papi o vescovi che siano), ma non mi sembra il caso di basarsi su dicerie e mezzi documentari. Spesso si critica la chiesa (anche giustamente) perchè a volte vede troppo male anche dove non c'è, ma qui mi sembra che stia succedendo la stesa cosa... E devo dire che su questo blog non è una novità.

Ma questo documentario è così diverso da quello in cui si diceva che l'11 settembre nessun aereo ha colpito il pentagono e che è tutta una montatura?
Mah...

tycooko ha detto...

A parte che il Crimen Sollicitationis restò valido per TRETANOVE ANNI, fino al 2001, sotto il pieno controllo dell'allora Capo per la Dottrina della Fede Ratzinger, e cmq in quell'anno, non contento, il nostro teutonico Inquisitore scrisse "Circa i reati più gravi", praticamente un aggiornamento del Crimen, per cui...

Anonimo ha detto...

LA CASA DELLE LIBERTA'

ECCO L'ELENCO DELLE PERSONE IN PARLAMENTO CHE HANNO FIRMATO UN'APPELLO PER LA CENSURA DEL VIDEO IN TV ...complici come ratzinger, vogliono il silenzio

senatori Antonio Battaglia (An), Laura Bianconi (Fi), Paola Binetti (Margherita), Luigi Manfredi (Fi), Alfredo Mantovano (An), Luca Marconi (Udc), Gaetano Quagliariello (Fi), Giacomo Santini (Dc), Gustavo Selva (An), Francesco Storace (An) e i deputati Isabella Bertolini (Fi), Gabriella Carlucci (Fi), Riccardo Migliori (An), Angela Napoli (An), Patrizia Paoletti Tangheroni (Fi), Simonetta Licastro Scardino (Fi), Roberto Ulivi (An), Luca Volontè (Udc), Michele Vietti (Udc) e Marco Zacchera (An) .

Che bella compagnia ! 8 fascisti (che di censura se ne intendono ) 7 forzisti ( obbedienti alla mafia ) 4 democristi ( il partito papale ) ed una margheritina che usa il cilicio ( forse per espiare le colpe dei pedofili ).