sabato 5 maggio 2007

Francesco Agnoli e il brodino primordiale

Forse non tutti sanno che Francesco Agnoli, oltre agli articoli per Il Foglio, esercita una fitta attività pubblicistica, che comprende tra l’altro diversi volumi. La sua ultima fatica, scritta in collaborazione con Alessandro Pertosa (collaboratore della rivista Controrivoluzione e del Settimanale di Padre Pio), si intitola Contro Darwin e i suoi seguaci (Nietzsche, Zapatero, Singer, Veronesi...), Verona, Fede & Cultura, 2006. Per l’edificazione dei lettori di Bioetica ne riporto alcuni passi, scelti tra i più originali dell’opera, a cui ho aggiunto titoletti esplicativi.

Attenzione, non commestibile!
«Se tutto provenisse da uno schifosissimo brodino primordiale […]» [p. 16].

Grazie per averci dato ragione
«Lo slogan sulla necessità di “non porre limiti alla scienza”, è sciocco: la scienza umana è ontologicamente limitata, senza bisogno che nessuno vi ponga, dal di fuori, limiti ulteriori» [p. 16].

Quel maledetto snob
«Nell’esporre la sua ipotesi di un evoluzionismo trasformista, infatti, Darwin non solo ignora i meccanismi dell’ereditarietà, al punto di non degnarsi neppure di leggere uno scritto inviatogli dal povero monaco Gregor Mendel […]» [pp. 22-23; prima di questa clamorosa scoperta del duo Agnoli-Pertosa, i custodi della biblioteca personale di Darwin non erano riusciti a trovare traccia tra le sue carte di alcuno scritto o comunicazione di Mendel].

Giochi di parole
«Cosa fa Darwin? Attribuisce tutto a tre fattori “vaghi e indefiniti”, e per questo poetici assai, come […] il tempo, che sembra assumere lo stesso ruolo delle fate con bacchetta magica (fa tutto, proprio tutto, basta che gli si lasci... tempo...)» [p. 25].

Citazioni
«Quos Deus perdere vult, demendat» [sic; p. 38].

Il pensatore a vapore
«Non è cioè compatibile con la nostra Fede, né con l’intelligenza, ritenere, come già facevano nell’Ottocento pensatori darwinisti, che il cervello sia solo una macchina a vapore» [pp. 50-51].

Chi tutela chi?
«“Che piaccia o no – si dice in Spagna in questi giorni – gli esseri umani sono grandi scimmie”, e come tali devono essere tutelate in modo particolare (cioè più degli umani)» [p. 55].

No alle mutazioni dominanti
«Aggiunge Daniel Raffard de Brienne: […] Perché ci sia modificazione è necessario l’incrocio tra individui della stessa specie portatori della stessa mutazione» [p. 68, n. 26].

13 commenti:

Yoshi ha detto...

ma far loro rifare la prima media no?

Angelita ha detto...

Spero ti diano un'indennità. Io non ce la farei mai a frugare in simile spazzatura.

inyqua ha detto...

Vedo che la cultura dei critici del darwinismo peggiora rapidamente...Ho letto cose migliori sulla blogosfera...

fabristol ha detto...

Quoto Yoshi.

Che ignoranti.
Un bambino delle medie (ahimè non piu da quando hanno tolto l'insegnamento dell'evoluzionismo; a proposito se ne sa qualcosa??) saprebbe controribattere ai nostri "esperti".

Joe Silver ha detto...

Carina la copertina, involontariamente lusinghiera nei confronti di Darwin, potrebbe essere usata anche per sfottere i fondamentalisti.

Francesco ha detto...

«Non è cioè compatibile con la nostra Fede, né con l’intelligenza, ritenere, come già facevano nell’Ottocento pensatori darwinisti, che il cervello sia solo una macchina a vapore»

questa e' quella che mi piace di piu'. Mi verrebbe da rispondere "So' cazzi vostri".

F

Anonimo ha detto...

che sia il solito ragazzino (trentenne) esaltato?
alcuni suoi libri sono stampati da una casa (segno) scomunicata pure dalla chiesa.
avevo alcuni titoli: satana nella musica rock, l'aids non esiste e molta roba new age tipo la guarigione dell'albero geneaologico.
certo che se l'ex compagno giuliano ferrero lo pubblica sul suo immondo pezzo di carta, sembra che sia uno serio......bleah, vado a vomitare e torno

a. the monkey ha detto...

francesco agnoli si trova al gradino più basso dell' ignoranza.

quella in cui dici stupidate e le ritieni con sicurezza che siano cose serie.

a

Montecatini ha detto...

forse se iniziaste a studiare un pochino, i vostri commenti cambierebbero. Il Professor Francesco Agnoli è il più preparato e competente autore vivente per quanto riguarda l'argomento. Complimenti Professor Agnoli

libero ha detto...

siete ridicoli, iniziate a studiare un pò, il professor Francesco Agnoli è il più competente autore vivente sull'argomento.

Joe Silver ha detto...

Il Professor Francesco Agnoli è il più preparato e competente autore vivente per quanto riguarda l'argomento.

Grazie per avermi fatto iniziare il nuovo anno di buon umore!

:)

Luigi Chiavarelli ha detto...

Stimo molto Agnoli e ne condivido le idee.
Nei commenti ho visto molto sarcasmo ma poche confutazioni, anzi nessuna.
Suggerisco di leggere i suoi libri prima di criticarlo.
Concludo con una sua frase:
"Senza Dio l'uomo viene ridotto a infinitamente meno di ciò che è"

Giuseppe Regalzi ha detto...

Il post, come del resto è evidente, nasce proprio dalla lettura integrale di un libro dell'Agnoli.