sabato 5 maggio 2007

Un Hatù per Volontè

Luca Volontè scrive a proposito della presenza di Andrea Rivera sul palco di San Giovanni («L’insulto alla Chiesa e al Papa una vergogna tutta italiana», Il Gazzettino, 4 maggio 2007, p. 15):

Ci sarebbe da chiedersi cosa ci facesse lì, uno come lui. Poco noto, per nulla originale e tutto fuorché comico. Forse che lavorare in ruoli di ultimo piano dalla Dandini sia un Hatù per far carriera?
Aiutatemi: ho un gravissimo dubbio. Quell’«Hatù» è un gioco di parole con atout? Sembrerebbe di no, in fondo che ci azzecca una marca di preservativi col far carriera? Allora è uno strafalcione dell’Onorevole capogruppo? Ci siamo abituati, è vero, però questo dimostrerebbe che il nostro Luca ha meno dimestichezza con l’ortografia francese (e con le regole della briscola, e con quelle del bridge) che con... No, non è possibile. Dev’essere una battuta che non riesco ancora a capire. È per forza così. Sono sicuro. Sì.

9 commenti:

Aioros ha detto...

Nooo, non può averlo scritto davvero :D:D:D:D

Yoshi ha detto...

presto, date un buco qualsiasi a volontè per sfogarsi un po' :D

restodelmondo ha detto...

Mi avete risollevato un sabato... :D

Alessandro Capriccioli ha detto...

Giuseppe, Giuseppe...ma come puoi pretendere di cogliere la sottile ironia che permea ogni esternazione del nostro beniamino? Tu, un rozzo relativista? Ti stai macchiando del peccato di superbia, sai? Pèntiti.

porphyrios ha detto...

è durex. di comprendonio.
(la buona volontè non basta)

inyqua ha detto...

Giuseppe ti stai superando in questi giorni...Chi si offre per fare un banner 'questo blog è volontè-free'?

Joe Silver ha detto...

:-D quando si dice che uno è ai piedi di Cristo...

Immagina che noia giocare a briscola senza briscola con Volonté.

Marcoz ha detto...

Luca Giurato che intervista Volontè: ve la immaginate la scena?

Anonimo ha detto...

Mah, io l'Hatù l'avrei dato alla madre di Volontè, ma forse in questo caso hanno ragione anche Bush e il Papa che predicano l'astinenza.