lunedì 24 dicembre 2007

Paola Binetti e lo Spirito Santo

Su Il Corriere della Sera di ieri spiccava un articolo dal titolo La Binetti: esaudite le mie preghiere sul decreto.
Il contenuto è facile immaginarlo, tra invocazioni a Dio alla Provvidenza allo Spirito Santo. Ormai siamo quasi abituati a lasciare un seggio anche a Gesù in Parlamento. Oltre alle raccomandazioni celesti a proposito di un decreto legge (e oltre al fatto che il contenuto sembrerebbe degno della promozione e non della bocciatura da parte dello SS) quello che colpisce è la normalità con cui la giornalista (Virginia Piccolillo) si rivolge a Paola Binetti.
Crede di essere stata esaudita?, domanda in apertura (e circa la speranza che lo SS scendesse al Senato per contrastare il decreto). E si è rivolta a Dio?, prosegue qualche riga dopo. E ancora: Pensa alla Provvidenza?; In quale altra occasione ha ringraziato Dio per l’aiuto ricevuto?
La risposta a questa ultima domanda merita di essere riportata: Nel referendum sulla fecondazione assistita. Caspita se avevo pregato molto. E mica solo io! Avevamo tutti contro e invece vincemmo.

Io sono molto angosciata. Credo che invocherò il Grande Cocomero.

11 commenti:

Anonimo ha detto...

:)
Auguri!
E un caro saluto al grande cocomero!
Isabella

sam ha detto...

Buone feste, Chiara e Giuseppe.
PS Se venissero ascoltate le mie di preghiere...

Giuseppe Regalzi ha detto...

Grazie, auguri anche a voi!

Foeniculum vulgare ha detto...

Vi faccio anche io i miei auguri, spero che questo blog abbia vita lunga, lo merita...
E soprattutto è necessario

paolo de gregorio ha detto...

Se non altro abbiamo scoperto che la Binetti potrebbe essere in un certo qual modo esoterico responsabile ultima dei disastri naturali, delle guerre tra uomini e di tanti altri disastri dell'umanità. Perché se vale l'equazione che se lei prega lo Spirito Santo, allora questi esegue, le cose sono due: o ella prega anche perché esistano le stragi, e lo SS anche in quel caso esegue, oppure si scorda di pregarlo affinché esse non accadano (perché se lo facesse allora lo SS le avrebbe certamente già fermate).

È anche istruttivo essere informati che abbiamo un parlamentare che vota le leggi per conto nientemeno che dello Spirito Santo, mica bruscolini. Mai porre limiti alla fantasia nel prevedere il livello di presunzione di certi esseri "mortali"!

(certo che qualche giornalista con fare un po' più professionale non guasterebbe)

Scuola di ladri ha detto...

io invece invocherò il grande fratello. colui che è, colui che era, colui che boh

anonimo-italiano ha detto...

Fa parte della nostra natura animale individuare agenti anche dove non ci sono. La creazionista Binetti è vittima del suo bagaglio genetico.
La commissione del TLV batte la fiacca: la senatrice dovrebbe essere al terzo trofeo.

Weissbach ha detto...

E poi se la prendono quando Massimo Pigliucci scrive queste cose sulla preghiera...

Non è un tema di poco conto.
Ad esempio, dobbiamo sperare che i credenti si pongano dei problemi su come prevenire sovrappopolazione, carestie ed epidemie?
O si (ci) affideranno alla Provvidenza, che tante soddisfazioni ci ha dato?

Chiara Lalli ha detto...

Anonimo italiano,

hai ragione. La commissione TFL arranca ultimamente. Rimedieremo.

Andrew ha detto...

Vabbè ma qui inizia ad essere roba reparto psichiatrico...
Sto anche pensando di rivedere i miei post contro la senatrice perchè ad un certto punto bisogna anche capire che non ci si può accanire con le persone malate...

Tantissimi auguri laici!

Antonio Montanari ha detto...

Ho linkato questo post ed un altro del suo blog nel mio, a proposito dell'atteggiamento omofobico della Binetti che rassomiglia tanto a quello razzista di Luigi Gedda nel 1938:

http://antoniomontanarinozzoli.blog.lastampa.it/antoniomontanari/2007/12/binetti-si-rico.html

Cordiali saluti ed auguri.