venerdì 10 agosto 2007

Al posto del cervello

Luca Volontè, «Sul sesso sicuro il governo ci tratta come irresponsabili» (Libero, 9 agosto 2007, p. 8):

Sono apparse la [sic] notizie sulla mega campagna del Ministro della Sanità Turco, non del governo Erdogan ma di quello Prodi, per evitare le malattie veneree e la [sic] infezioni che provocano dalla sterilità all’Aids. Il motto, sponsorizzato anche dalla mitica Ambra, è anche in vacanza vai sul sicuro, più o meno in questo modo, si vorrebbe indurre giovani e meno giovani non ad essere responsabili e non farsi governare dal solo sesso maschile e femminile, ma tutt’altro. L’idea classica è quella che già l’inverno scorso veniva sponsorizzata dalle tre note multinazionali di profilattici, fai tutto il sesso che vuoi l’importante è che lo fai sicuro con il condom al posto del cervello. Infatti è noto che il profilattico non è sicuro, inoltre proprio la “sicurezza” attribuita deresponsabilizza l’utente che non ritiene di aver altre accortezze. Insomma la Turco sposa il condor [sic], la politica riduzione a “teste di ca...”, teste che ormai ragionano solo con l’istinto sessuale.
L’articolo continua, ma questo dovrebbe bastare, penso.

19 commenti:

inyqua ha detto...

Eppure di questa cosa della presunta 'non-impermeabilità' del preservativo dovremmo occuparci prima o poi...

Alf ha detto...

Nelle "etichette" alla fine del post leggo un quasi epitaffio!
:-)))

capemaster ha detto...

ha ragione inyqua, bisogna approfondire...
cerco qualche pubblicazione

inyqua ha detto...

capemaster: c'è un pressing della chiesa su questo argomento da parecchio tempo: trovi materiale su tutti i siti cattolici. In pratica sostengono che nei materiali usati per i condom ci sono dei fantomatici 'buchi' dai quali il virus Hiv passerebbe agevolmente. In realtà sulle riviste mediche serie questa cosa non si trova: l'ultimo articolo che ho trovato è spagnolo del 2005 e smentisce questa possibilità: anzi ribadisce un'efficacia del 93%

Marcoz ha detto...

Giuseppe, basta, basta così! Dove, dove devo firmare? Confesso tutto ma, per carità, basta!

(E nessuno, nella redazione di Libero, protesta per la "forma" di questi articoli?)

Thomas Bernhard ha detto...

La vera notizia mi sembra che la Turco sposa il Condor. Sarà mica il famoso Joe Condor?

Sarebbe davvero il gossip dell'estate!

TB

ps: riguardo a Volontè, che dire? ... Gigante, aiutaci tu!

Marcoz ha detto...

@Inyqua, ma il fattore di rischio è dovuto principalmente all'uso non corretto o a rotture occasionali del profilattico e non alla presunta permeabilità, giusto?

Giuseppe Regalzi ha detto...

Marcoz: la cosa notevole è che quasi tutti gli articoli di Volontè, ovunque siano pubblicati, hanno questa medesima forma (ed è più per la forma che per il contenuto che ho postato questo e molti di quelli che l'hanno preceduto). Evidentemente a un deputato – oltretutto capogruppo! – non si ritoccano i testi...

inyqua ha detto...

marcoz: questo studio spagnolo riguardava appunto la permeabilità dei materiali, più che il loro corretto utilizzo (che ovviamente inficia la sicurezza)

inyqua ha detto...

Giuseppe: basterebbe essere lombrosiani per capire che anche la 'forma' di Volontè è suggestiva... :-)

GG ha detto...

OMMIODDIO CHE SCHIFO!!!!



Però la Turco che sposa il condor secondo me è plausibile..... :D

Thomas Bernhard ha detto...

El condor pasa e il condom lascia passare?

Marcoz ha detto...

Giuseppe, anche se si sa dove il personaggio vuole andare a parare, voler considerare i pezzi di Volontè per il contenuto è, nella maggior parte dei casi, come rispondere alle domande incomprensibili di Teo Mammuccari.

Grazie, Inyqua.

restodelmondo ha detto...

Inyqua: Ma le rotture (come accidenti in caso di corretto utilizzo) cadono sotto "permeabilità"?

[Curiosità pura, non sono del campo...]

inyqua ha detto...

Resto del mondo: ovviamente no. La permeabilità a cui si fa riferimento è una supposta permeabilità 'ultrastrutturale' dei materiali, che consentirebbero il passaggio del virus HiV (e non solo). Qui altre informazioni (un delirio, ed in più, un delirio datato...) http://www.kattoliko.it/leggendanera/modules.php?name=News&file=article&sid=1609

Qui invece la versione 'ufficiale' sul sito del vaticano....
http://www.vatican.va/roman_curia/pontifical_councils/family/documents/rc_pc_family_doc_20031201_family-values-safe-sex-trujillo_it.html

Oemst ha detto...

Ma per un'efficacia del 93% cosa si intende? Perchè se vuol dire che ogni volta che lo usi hai il 7% di possibilità che non funga, allora è tutt'altro che una buona efficacia! Fortunatamente non è così.
Cmq andare a leggere gli articoli di enti cattolici è un pò come andare a vedere cosa di dicono chi li produce, non possono essere informazioni affidabili e neutrali.

Thomas Bernhard ha detto...

Chissa che diranno i cattolici di questo:

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnologie/2007/08_Agosto/11/preservativo_viagra.shtml

Leilani ha detto...

Certo, perchè tutte le coppie sierodiscordanti sessualmente attive in realtà sono un parto della mente della Durex...

inyqua ha detto...

oemst: occhio invece, è sempre meglio leggere le fonti...se no poi ti ricapita, come recentemente, che roba vecchia come il cucco sulla presunta malattia dell'omosessualità sia presentata olezzante di sapere scientifico recente dal solito scienziatello da quattro soldi...

A quello che ho letto sull'articolo spagnolo il 93% è rispetto al 'totale' della protezione, ed è comunque una percentuale alta....