giovedì 27 settembre 2007

La stupida e disonesta battaglia contro gli OGM

OGM: DIRITTI GENETICI, DA SEMPRE IMPEGNATI CONTRO CARO-PREZZI
(ANSA) – ROMA, 26 SET – “Tutte le 28 organizzazioni della coalizione liberi da ogm – a partire dalle grandi organizzazioni agricole, della moderna distribuzione, dell’artigianato, della piccola e media impresa, dei consumatori – sono notoriamente in prima fila nella battaglia concreta e quotidiana per il contenimento dei prezzi dei prodotti agroalimentari”. La Fondazione dei Diritti Genetici replica così alle dichiarazioni del professore Roberto Defez del Cnr di Napoli riportate dal sito di La Repubblica lo scorso 24 settembre.
La frase pronunciata da Defez che l’organizzazione guidata da Mario Capanna trova “indegna” sarebbe la seguente: “L’interesse che tiene insieme la coalizione di Capanna è quello di giustificare l’innalzamento dei prezzi dei prodotti alimentari che già ora subiscono i consumatori”.
“Un simile sproposito – afferma il segretario generale della Fondazione Diritti Genetici Ivan Verga – dimostra la debolezza di argomenti dei nostri avversari, e la diffamazione è di indiscutibile evidenza e gravità”. Nonostante questo la fondazione ha deciso di non sporgere, per ora, querela penale nei confronti di Defez.
Se la Fondazione dovesse cambiare idea mi propongo come querelabile anche io. Non so perché ma le dichiarazioni di Defez mi convincono.
A proposito di OGM e di Liberi da OGM, oggi su Epolis (con il titolo Non cadiamo nella trappola del biologico):

Gli OGM (organismi geneticamente modificati) sono oggetto di una vera e propria campagna denigratoria da parte di una coalizione il cui nome la dice lunga sull’intento finale: “Liberi da OGM”. La prima iniziativa è promuovere una consultazione nazionale organizzata sul territorio nazionale dal 15 settembre al 15 novembre per affermare un modello “agroalimentare di qualità, sicuro per la salute, rispettoso dell’ambiente e del clima e soprattutto libero da organismi geneticamente modificati”. In quel “soprattutto” si annidano gli inganni di una scorretta informazione e di una fallace inferenza.
Capeggiata da Mario Capanna, la coalizione è appoggiata da moltissime organizzazioni poco inclini all’innovazione e alla ricerca agroalimentare. Cavalca fantasmi antiscientifici piuttosto diffusi e ignora però numerosi documenti rassicuranti sugli OGM redatti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, dall’Unione Europea, dalle Nazioni Unite, dalla FAO, da tutte le più prestigiose Accademie Europee – come ricorda il biotecnologo Roberto Defez nell’Appello per la sperimentazione in campo di Organismi Geneticamente Modificati (firmato da molti scienziati).
La cieca e ostinata opposizione agli OGM costituisce un ostacolo insormontabile all’avanzamento economico su base scientifica e tecnologica, oltre a costituire un danno per quegli agricoltori che vorrebbero sperimentare gli OGM (nel rispetto della Direttiva Europea 556/2003 e come fanno i loro colleghi europei su migliaia di ettari coltivati ad OGM) e degli stessi consumatori, sedotti da un canto delle sirene mendace ma rigorosamente biologico!

6 commenti:

Filter ha detto...

Ne approfitto per postare l'articolo di Capanna di domenica scorsa sul Sole. Il link dura sette giorni.

100 MILIONI DI TONNELLATE ha detto...

IL LATTE OGM 0,9% BRAMBILLA MANGIME SINGENTA BERLUSCONIZZATO NON CI INTERESSA

@@@cosa pensi della legge UE che consente lo 0,9% di OGM nei cibi biologici?-

A male estremi estremi rimedi

Lo struzzo gallinato 0,9 % OGM Banca Etica Valori Agnoletto Fassinato Coop Modello Biotech Bruxelles NO!

Mi dispiace, il beluga lompato allo 0,9% con uova di quaglia OGM non ci interessa.

Il beluga è beluga, la gallinella nostrana è nostrana.

Può essere giovane o vecchia, introdotta o nativa, ma deve essere DOC gallinella bio 100%, 99 uova di beluga e uno di lompo fassinato 0,9 ogm Fondi Carcaterra banca Etica Agnoletto Bruxelles Brambilla non ci interessa

La gallinella struzzata Fassino OGM Fondi Carcaterra Banca Etica nuclearizzata S,ingenta non ci interessa.

Basta tradimenti!

E' un duro attacco alle comun,ità etiche tribali, ci vogliono dividere e rendere ridicoli con i cibi bio ogm e le baruffe casalinghe sui problemi di serie B

No all'OGM 0,9% quagliato male berlusconizzato!

Il cibo biologico 100% è un problema di serie A, è il nostro Piave.

E il Piave non è la Maginot, dal Piave non si passa!

Il Piave non è la maginot, Rossi, Tardelli, Altobelli e Bearzot!

SCUOLA DELLO SFRUTTAMENTO RAZIONALE DELLE FORESTE
http://100-milioni-di-tonnellate.blogspot.com/2007/09/trasformare-il-bosco-in-un-parco-scuola.html

Giuseppe Regalzi ha detto...

Ehm, certo sì, hai ragione. Assolutamente. Però adesso stai calmo, mentre chiamo qualcuno che ti potrà essere di aiuto...

Joe Silver ha detto...

@filter

Grazie anche (soprattutto!) per l'articolo in taglio alto. :-)

Filter ha detto...

Silver, prego. E' un felice caso di utile e dilettevole.

cartman666 ha detto...

Tempo addietro ho visto che in Giappone in una mostra di fiori, era stata esposta un esemplare di rosa blu, creata con l'ingegneria genetica. Purtroppo la società giapponese creatrice disse che non poteva esportarla in europa,in quanto appunto o.g.m., funestando cosi' i miei sogni proibiti di floricultore.
E' tempo che l'europa si dia una mossa, questa crociata contro gli o.g.m. e' ridicola e fuori dal tempo.