sabato 28 giugno 2008

Grido di allarme: donne, basta dimagrire!

Un accorato invito (sic) dalle pagine di Elle e ripreso da Il Corriere della Sera.
E tu pensi che è un invito alle donne a non ostinarsi a denutrirsi; una di quelle campagne di sensibilizzazione su e contro i disordini alimentari; a non sacrificare la propria salute per un apparire (scheletrico) imposto dalla moda; un grido di allarme, insomma, contro i pericoli della anoressia e il rifiuto di una cultura del compiacimento (altrui).
Ma vai a leggere e non è nulla di tutto questo:

La campagna anti-dimagrimento di Elle prende le mosse da un sondaggio commissionato all’istituto Ifop, dal quale risulta che un uomo su due - si parla del 50% degli intervistati - afferma di preferire le donne che propongono «rotondità», senza scendere in ulteriori dettagli.
Ecco: meglio non scendere in ulteriori dettagli. Ci è bastato questo.

3 commenti:

alex ha detto...

e l'altro uomo su due?

yupa ha detto...

a non sacrificare la propria salute per un apparire (scheletrico) imposto dalla moda

Mi sembra leggermente ingenuo e parecchio riduttivo ricondurre i D.C.A. (che sono una questione molto complessa) all'influsso delle mode correnti; le quali, tra l'altro, non "impongono" proprio nulla: le imposizioni le fa, eventualmente, la forza coercitiva dello Stato; come ad esempio in Giappone, dove si comincia a multare chi non contribuisce al mantenimento del peso normale stabilito per legge.
E non dubito che leggi del genere, con progressivo ordine di restrittività, si diffonderanno anche in Europa e U.S.A.
Ovviamente per il bene dei cittadini stessi, che vanno protetti dalle "mode", cioè da loro stessi.

Chiara Lalli ha detto...

Alex,
bisognerebbe fare un altro sondaggio...

Yupa,
sono s'accordo con te.
Riportavo solo uno dei possibili (e stupidi) gridi d'allarme al riguardo. Ingenuo e riduttivo. Mi sembra, però, che nella gerarchia delle ragioni ingenue, questa del sondaggio e del parere degli uomini sulle donne "in carne" si piazzi bene ai primi posti.