martedì 20 marzo 2007

Knut

2 commenti:

Paola ha detto...

Mi chiedo come possano decidere di abbatterlo con tutta la fatica che ci ha messo per riprodursi in cattività.. Gli esperti potrebbero educarlo in modo naturale, fare cio' che occorre per reinserirlo nel suo Habitat rispettando il più possibile le sue esigenze. Inoltre mi pare una buffonata la motivazione data: abbattimento si perche' troppo condizionato dalla vicinanza con l'uomo... Gli zoo non sono certo il Polo.. Subiscono condizionamenti ogni giorno, eppure li lasciano vivere. A volte in condizioni indegne. Aggiungiamo che è una specie in estinzione che andrebbe tutelata ad ogni costo. Non ridotta ulteriormente. Grazie, Paola

Enzo... ha detto...

Anch'io fino a qualche giorno fa ero d'accordo con Paola, ma da quello che sto vedendo in questi giorni mi sembra ancora più una buffonata la vera e propria commercializzazione del povero cucciolo! Questo è il condizionamento di cui probabilmente si aveva paura. Non ero e non sono d'accordo con quelli che inizialmente avrebbero voluto abbatterlo, ma reputo questa "Knutmania" una vera violenza per il piccolo.

http://blogorsobruno.blogspot.com/