sabato 16 giugno 2007

Il Far West della fecondazione

Sull’ultimo numero dell’Espresso Chiara Valentini traccia un quadro dei risultati, sia pure non ufficiali, dei primi tre anni di applicazione della legge 40/2004 sulla procreazione medicalmente assistita: calo delle gravidanze, aumento dei parti gemellari e trigemini (con i rischi conseguenti per i concepiti e le gestanti), fuga all’estero dei pazienti («Fecondazione da Far West», 21 giugno 2007, pp. 74-77). Chi ha voluto e difeso quella legge può andarne ora legittimamente orgoglioso...

1 commento:

basey ha detto...

la cosa non stupisce... ancora prima del referendum chi si occupava di fecondazione assistita preannunciava questa situazione... il problema e che nessuno li ascoltava prima e nessuno li ascolterà adesso.