lunedì 29 ottobre 2007

Consigli per i farmacisti cattolici

Papa: farmacisti!, non potete anestetizzare le coscienze sugli effetti di molecole che hanno lo scopo di evitare l’annidamento di un embrione o di cancellare la vita di una persona. Voi, importanti intermediari tra medici e pazienti, dovete invitare ciascuno a un sussulto di umanità, perchè ogni essere sia protetto dal concepimento fino alla morte naturale.
Farmacista: fai riferimento alla RU486?
Papa: certo, ma non solo.
Farmacista: e io che rispondo quando qualcuno viene a comprare qualche molecola che ha lo scopo di evitare l’annidamento?
Papa: fai obiezione di coscienza, semplice. È un vostro diritto. Ogni volta che dovete fornire medicine con scopi chiaramente immorali, come per esempio l’aborto e l’eutanasia.
Farmacista 2: e quali sarebbere i farmaci per l’eutanasia?
Papa: io sono Papa, mica medico. Lo saprete voi.
Farmacista 2: e allora dovrei fare obiezione anche sui preservativi?
Papa: certo. Anche su quelli.
Farmacista 3: a pensarci bene, però, preferisco vendere un preservativo che essere complice di un aborto o della non protezione da malattie sessualmente trasmissibili o da una gravidanza.
Papa: l’astinenza è l’unica risposta. E si devono avere rapporti sessuali solo a fini riproduttivi. Nemmeno quegli aggeggi per la temperatura dovete vendere. Sono immorali.
Farmacista 2: ma l’obiezione è un mio diritto o un mio dovere?
Papa: non fare della filosofia spiccia.
Farmacista 2: no, è che volevo capire se è una possibilità oppure un ordine dall’Alto.
Papa: io ho fatto le mie dichiarazioni, poi fate un po’ come vi pare, basta che non lo andate a dire in giro.
(Liberamente, ma non troppo, tratto da).

5 commenti:

capemaster ha detto...

je piasse na paralise secca allo stregone bianco

sagredo ha detto...

Voglio vedere l'obiezione di coscienza sui preservativi. Voglio vederli fare una battaglia morale su questo.

raser ha detto...

io non so chi gliele scrive al crucco, ma sicuramente deve farsi vedere da uno bravo... come si fa a sparare certe cazzate?

#Capitano ha detto...

Astinenza, certo.

Delle persone apprezzo sempre lo spiccato senso del realismo.

BUENA VIDA

SandaliAlSole ha detto...

Sì, voglio vedere il farmacista obiettare su preservativi, pillole anticoncezionali, spirali et similia. E vorrei capire, se in una farmacia lavorassero un farmacista obiettore e uno no, che si fanno, due code? Battue a parte, esistono le leggi dello Stato, a quelle bisognerebbe attenersi.