martedì 23 ottobre 2007

Il mondo è cambiato

Così Luca Volontè avvia il suo pezzo odierno (La politica ritrovi il bene comune, 22 ottobre 2007). E come al solito ci offre pretesti di riflessione:

Persino Ferrero ha dovuto ammettere che i ventenni di oggi andranno in pensione con circa il 50% dei loro genitori.
Buffo no? I ventenni di oggi andranno in pensione insieme ad almeno uno dei loro genitori. Per Volontè amante della famiglia dovrebbe essere una buona notizia. E che Volontè sia per la famiglia è innegabile; forse si emoziona e non è in grado di esprimersi bene:
Persona,famiglia e lavoro che sono al cuore, non orpelli elettorali, di una reale e concreta politica del ‘bene comune’ su cui per tre giorni Bagnasco ha invitato a riflettere nelle Settimane Sociali.
Virgola senza spazio (pazienza); sono al cuore? Sono al cuore di una reale e concreta politica (e poi il repentino mutamento), non sono orpelli (non sarebbe stato mal detto: sono agli orpelli elettorali). Come intendere il bene comune se non si intende cosa ci sta suggerendo Volontè? Per 3 giorni Bagnasco avrebbe invitato a riflettere nelle Settimane. Per 3 giorni avremmo dovuto riflettere (3 giorni su XX settimane?) oppure Bagnasco ha invitato per 3 giorni perché nessuno gli dava retta e poi si è stufato?
In ogni modo, siamo avvertiti. Già, perché
La giostra prima o poi finirà anche per l’avanspettacolo di certa politica, in fondo le parole del Papa dicono proprio questo:la politica deve servire il popolo.
Due punti senza spazio (pazienza). E il Papa chi deve servire? Dio? Fin troppo comodo, non credi caro Volontè? Il Papa, se proprio volesse, potrebbe contribuire non poco ad aiutare quel popolo al quale troppo spesso rompe i coglioni, offrendo il suo aiuto spirituale anche (o soprattutto) quando non richiesto. Cominciasse a cedere parte del suo patrimonio immobiliare. Poi riparliamo di buoni consigli.

ps: la foto originaria di questo post ritraeva il nostro beniamino in posa seduttiva/misteriosa. Purtroppo è stata rimossa in quanto colei che aveva realizzato lo scatto, nonostante fosse stato indicato il suo nome, il suo sito con tanto di link e il © ha detto che non avevo avuto rispetto per il suo lavoro e per la proprietà intellettuale. Mi ha chiesto quindi di rimuovere la foto, giudicando leggero (per un blog che parla di bioetica) inserire una foto e poi chiedere il permesso (faccio ammenda per questo disordine temporale) e ha promesso una azione legale in caso contrario. Mi sorge un dubbio: la sua reazione sarebbe stata la medesima in caso di diverso contenuto del post?

17 commenti:

Filter ha detto...

Dai, però è un vero uomo. Guarda che sguardo.

Chiara Lalli ha detto...

Filter, inutile tirare in ballo la storiella della volpe e l'uva no?

Filter ha detto...

Uhm, sai che non ci arrivo? Non dirmi che Volonté sarebbe la volpe. E l'uva?

Chiara Lalli ha detto...

Filter, noi siamo la volpe che non riesce a raggiungere l'uva...
Purtroppo la foto e lo sguardo rimarrano una questione tra noi due e pochi altri, in quanto ho dovuto rimuoverla (vedi ps nel post).

Filter ha detto...

Non avevo visto (ero entrato direttamente nei commenti). Posso solo dire che la cura che hai avuto di chiederle il permesso - per un semplice hotlink - avrebbe dovuto commuovere la signora, invece di farle invocare le leggi.
Forse è anche lei una sostenitrice del bene comune. Non so se lo hai mai notato, ma questi sostenitori del bene comune strillano sempre come aquile appena sfiori il loro interesse individuale.

filippo ha detto...

La foto era ben riuscita. Infatti il tizio era irriconoscibile, con quel cappuccio grigio calato sugli occhi e il sorriso sornione. Avranno dovuto ipnotizzarlo per metterlo in posa. Una vera truffa.

Chiara Lalli ha detto...

Filter, il bene comune è il più osceno pretesto per protestare (mi passerai la proposizione cacofonica).

Filippo, di quel sornione sorriso, ahimé, ormai possiamo godere solo privatamente. Suggerirei di usarlo come desktop per allietare le nostre giornate.

rikkitikkitavi ha detto...

salvaguardia della proprietà intellettuale?

e come può una qualsiasi persona, dotata di cuore e sentimento, avere la crudeltà di privarci per sempre di un ritratto di tanto valore?

ribelliamoci al grido: l'arte è di tutti!

arte gratis al proletariato: no, perché fa troppo anni 70

Filter ha detto...

Ho consultato il mio avvocato e mi ha detto che però i link ai blog si possono mettere. Oltre a Volontè, segnalo gli sportivissimi Fitto e Castelli.

Filter ha detto...

E per chi non è mai sazio, servizio su "Donna moderna". Frase da ricordare: "non lasciatevi andare alla cultura cinica dilagante, venite a stare qualche settimana con me".

Chiara Lalli ha detto...

Filter, il link al blog della fotografa l'avevo tolto per stizza. Ma in effetti la foto di V con cappuccio e sguardo da Fonzie è imperdibile.
Non è da meno quella su Donna Moderna.
"Stare da lui" dove??

Filter ha detto...

Come "dove"? Dove tiene la sua collezione di farfalle.

Chiara Lalli ha detto...

Filter, davvero? La collezione di farfalle? Qualla di "dai, sali, ti mostro la mia collezione di farfalle"?

Filter ha detto...

Chiara, proprio quella.

Joe Silver ha detto...

Piu' probabile che ti inviti a vedere la sua collezione di rosari, o di crocifissi.
In compenso non dovresti correre quel tipo di rischio associato alle collezioni di farfalle. Non e' detto pero' che le sue intenzioni siano migliori.

inyqua ha detto...

Cavoli anch'io ho trovato inquietante quell'invito: venite a stare con me...Sarei curiosa di sapere che tipo di vita fa l'onorevole Volontè....

Chiara Lalli ha detto...

Joe Silver, preferirei di gran lunga la collezione di farfalle e i suoi rischi.

Inyqua, sii più cauta nell'esternare la tua curiosità. Potresti essere presa alla lettera.