venerdì 5 ottobre 2007

Lo sbattezzo val bene una messa

Sbattezzo compiuto. Anzi meglio: mai appartenuta alla confessione religiosa denominata Chiesa cattolica apostolica romana.
Grazie ancora allo Uaar e a Raffaele Carcano. Grazie anche al parrocco Massimo Anghinoni: magari una volta ci vado a sentire una messa.

24 commenti:

Thomas Bernhard ha detto...

Felicitazioni!

Come si festeggia lo sbattezzo? Cosa dice il bon ton in proposito?

Chiara Lalli ha detto...

Thomas Bernhard,
non ne ho idea. Mi informo e ti faccio sapere.

V ha detto...

"In fede di che..."?
E' una formula che non ho mai né visto né sentito. Ironia del parroco o ignoranza mia?

Chiara Lalli ha detto...

V, ha colpito anche me quella strana espressione. Vezzo stilistico? Il "Che", comunque, è quanto scritto sopra. Perciò ci va bene che sia in fede!

Anonimo ha detto...

forse si riferisce a che guevara

stefano ha detto...

Cara Chiara Lalli,

sa se esistono particolari difficoltà a "sbattezzarsi" per chi è stato in passato padrino o madrina per battesimi o cresime?
Se non sa, a chi potrei rivolgermi per avere chiarimenti?
Grazie

Anonimo ha detto...

Ciao Stefano, ogni tipo d'informazione la puoi trovare sul sito dell'UAAR alla sezione sbattezzo:

http://www.uaar.it/laicita/sbattezzo/#09

Comunque non vi è alcun impedimento di sorta se in passato sei stato padrino ad un battesimo; lo sbattezzo è la cancellazione dal registro battesimale della tua parrocchia.

Nicola

Luca F. ha detto...

Grande Chiara... e benvenuta nel club.
Ho letto ora sulla ML dell'UAAR che il tuo è uno sbattezzo particolare, perché hai ottenuto la dichiarazione di "non essere mai appartenuta", diversamente da quanto si fa di solito. Lo "Sbattezzo" retrodatato, insomma.
Ciao.

Anticlericale ha detto...

Complimenti vivissimi!!!

Prometto che domani dedicherò un brindisi al tuo sbattezzo :-)

Chiara Lalli ha detto...

Luca F., sono sbattezzata retrodatata sì!
Anticlericale, grazie per il brindisi. Mi unisco. Prosit.

Anonimo ha detto...

ma la lettera che gli hai spedito tu com'era? io ho mandato quella sul sito, io, purtroppo, ho dovuto fare tutta la trafila, comunione e cresima. Ma il parroco se l'è presa un po' a male, ha scritto il necessario e poi ha chiesto il perché di quelle minacce e di quella lettera scritta da altri, e poi "in nome di Dio" ha scritto che lui non vorrebbe ma accondiscende ... sto parroco sta proprio fuori come un balcone, mah.
tu hai avuto culo a non sorbirti tutte le vessazioni religiose.
un brindisi anche da parte mia. ciao.

Utopia ha detto...

moltissimi complimenti!

un altro mattoncino!!!

In fede di che... :) ?!?

schock ha detto...

@ tutti
Da un punto di vista giuridico, essere definito apostata e soggetto a scomunica per un individuo che ha ricevuto i sacramenti nella maggiore età e poi pentitosi, lo potrei anche capire.
Ma un individuo che ha subito la prima comunione e la cresima prima della maggiore età (18 anni), cioè prima che, per legge, un individuo sia in grado di intendere e volere (o meglio ha acquisito la capacità di agire), può essere definto apostata e soggetto a scomunica qualora abbandonasse la fede cattolica tramite sbattezzo?
In altre parole, un individuo che ha subito i menzionati sacramenti da minorenne (quando cioè era soggetto della potestà genitoriale)e poi in età adulta maturata la decisione di non sentirsi appartenere alla fede cattolica subita, potrebbe considerarsi alla stregua di un individuo mai appartenuto alla chiesa cattolica qualora decidesse di sbattezarsi senza subire scomunica, anatemi, maledizioni, ira di dio & C.?
Ps. perdonate la prolissità

schock ha detto...

dimenticavo ....
tanti auguri chiara

Joe Silver ha detto...

@schock

"Da un punto di vista giuridico" (dal punto di vista della legge dello stato italiano) credo che la condizione di apostata e di scomunicato non abbia alcun significato.

Dal punto di vista del diritto canonico, invece, importa poco se sei stato "iscritto" alla CCAR da infante o se lo hai fatto da adulto in piena consapevolezza. L'apostasia comporta la scomunica "latae sententiae" ed è riconosciuta ufficialmente come "atto di defezione": actus formalis defectionis ab ecclesia catholica (vedi anche il pdf in fondo alla pagina).

Quanto alla tua ultima domanda: mi chiedo a chi possa interessare, una volta deciso di uscire dalla Chiesa Cattolica, di eventuali scomuniche, anatemi e iredidddio.

gioacchino ha detto...

auguri per lo sbattezzo!
ma come funziona per i regali ricevuti quando si è piccoli?
cioè,io mi ci sono fatto l'autoradio..sarebbe un problema..

Anonimo ha detto...

una curiosità: se il battesimo per te è solo un pezzo di carta, perchè sprecare altra carta e tempo ad annullarlo? se poi credete davvero che il battesimo non vale nulla, nulla varrà lo sbattezzo, no? e come mai invece tutte queste "felicitazioni" e complimenti? forse che sotto sotto non ci sia un banale atto di puerile ribellione a mamma e a papà che ti hanno costretto ad andare a messa da piccolo? belli de casa.. che teneri.. crescono e si ribellano.. si fanno coraggio a vicenda.. cercate la verità piuttosto: troverete la vostra fede, che non è nè di mamma nè di papà. sveglia ragazzi, siete grandi ormai per queste baggianate, è ora che cominciate a capire il senso vero della vostra esistenza. cercate e troverete!

gioacchino ha detto...

anonimo, io non sono interessato allo sbattezzo, sopratutto visto che è molto aumentato dopo l'elezione del Pastore tedesco.
ad ogni modo, è un modo per dissociarsi da un partito politico al quale nessuno di noi ha interesse ad essere inscritto..

johnsmithanu@gmail.com ha detto...

Il parroco Anghinoni NON ha riconosciuto che la signora Lalli Chiara non è mai stata cattolica bensì ha annotato che “la signora dichiara di non essere mai appartenuta alla confessione religiosa denominata Chiesa Cattolica Apostolica Romana”.

E questo è un punto di forza anche per me che, battezzato e cresimato, non chiedo che si riconosca che io non sia mai stato cattolico: troppo complicato, per i cattolici se sei battezzato sei anche cattolico (oppure apostata). Io chiedo di poter apporre sui certificati che mi riguardano e che risultano in possesso all’organizzazione ecclesiastica la mia dichiarazione di non essere mai stato cattolico. Punto. Facile. Per l’organizzazione ecclesiastica non è affatto imbarazzante: è il mio punto di vista, potrebbe addirittura essere erroneo (ma poiché, per la legge italiana - non per il diritto canonico - si tratta di un processo che attiene alla mia interiorità, posso sostanzialmente dire quello che voglio).

Oppure vogliamo impegnare un tribunale di diritto italiano nella definizione di cosa significhi essere cattolico? Come si fa a dimostrare che una persona sia o sia stata cattolica - nonostante la stessa neghi con forza?

La partecipazione a dei riti semi-folkloristici, spesso in contesti di forti e consolidate tradizioni familiari - in età minorile - non può essere considerata prova di adesione a una confessione religiosa, l’adesione a una religione è una cosa che non si fa con un rito a 14 anni, la maturazione filosofica avviene in anni e anni, normalmente DOPO il raggiungimento della maggiore età. Nel mio caso, credo di aver raggiunto una buona maturazione filosofica intorno ai 20-25 anni, e non credo di essere un minorato mentale.

Bricke ha detto...

Ben venuta :)

fecaloman ha detto...

Benuscita (o mai entrata) da un altro sbattezzato!

francesca ha detto...

cara Chiara, visitando il tuo blog in merito al tuo ultimo libro... vedo che ti sei sbattezzata. certo, ogni parroco risponde seguendo la nota riservata diffusa dalla Santa Sede in merito, dopo vari silenzi e pungolamenti.
vorrei ricordare a tutti che il primo italiano a inviare una lettera con "richiesta di sbattezzo" ad un parroco fu Aldo Capitini, e che esiste un Wiki sulla Associazione per lo Sbattezzo,
http://it.wikipedia.org/wiki/Associazione_per_lo_Sbattezzo
con la quale demmo forma politica al problema, della quale sono onorata di essere stata la presidente.

Francesca

That's Amore Bologna ha detto...

Complimenti! :)

info sbattezzati.it ha detto...

Questo sbattezzo farebbe meravigliosa mostra di sé sulla apposita mappa http://sbattezzati.it ?
Se vuoi, posso registrarlo io per te.
Comunque, complimenti vivissimi.