lunedì 5 giugno 2006

Il mio amico Volontè

A volte scrivere per un blog è stancante. Compulsare leggi bizantine su siti labirintici, inseguire per ore documenti fantasma, sporcarsi l’anima coi vaniloqui dei fanatici: non ce la fai più, dopo un po’. Poi, all’improvviso, qualcosa riaccende l’entusiasmo: su una rassegna stampa c’è un nuovo articolo di Luca Volontè! Molli tutto, clicchi all’istante sul link, leggi in un fiato; e scopri che anche stavolta Luca è stato all’altezza della sua fama. Da «Prodi non mente e fa Zapatero» (Il Tempo, 4 giugno 2006):

L’embrione sono io, è l’origine della vita di ognuno di noi. Non fossimo stati embrioni, sono [sic] saremmo in vita. Perché si scelse di vietare la ricerca sugli embrioni? Perché tutto il mondo scientifico mondiale riconosce che l’inizio della vita umana coincide con il concepimento.
«Il mondo scientifico mondiale»! Ah! Luca non ti delude, Luca ti è amico, Luca sa come raddrizzarti una giornata storta...

2 commenti:

Leilani ha detto...

Eravamo anche ovuli e spermatozoi...

Marco ha detto...

Non ho mai visto un ovulo e uno spermatozoo morti produrre un embrione vivo.
La vita NON comincia all'istante del concepimento. E' preesistente.