giovedì 2 novembre 2006

Roberto Calderoli: ordine e disciplina

Napoli è «una fogna che va bonificata», infestata da «topi da
eliminare con qualsiasi strumento, e non solo fingere di farlo perchè
magari anche i topi votano... Qualsiasi trasferimento di risorse a
questa città, che rappresenta un insulto del paese intero, sarebbe
assurdo e ingiustificato».

L’ho pensato, ed era stato già assegnato: ancora una volta il
Prestigioso Premio Calderoli va al suo ispiratore!!

5 commenti:

Leilani ha detto...

Senza contare che per essere insultato persino da un altro ominide quale PERA («Calderoli è solo un cavadenti che non sa da che parte stia la cultura»), ce ne vuole di impegno eh? :D

periclitor ha detto...

concordo con voi calderoli è pessimo non lo vorrei mai in prima linea in un mio partito.l'ho già condannato per altre sue uscite tipo "abbronzata" alla jebreal(bella brava ma antipaticissima)le magliettine,etcetc
ma mettete in maniera bella, buona e intelligente.....

periclitor ha detto...

......le sue parole screanzate.
Ne otterete una disamina non lontana dalle realtà di Napoli 2006

Mirco ha detto...

Che avrebbe detto Calderoli di tanto sbagliato, in sostanza?
ha solo detto in forma coincisa quello che tanti pensano e tanti altri non avrebbero il coraggio di dire, se non con una prosa infiocchettata che sia comprensibile solo dagli addetti ai lavori.

Dopo tutto, se sei di sinistra, puoi tirare su muri inotrno a quartieri malfamati e in mano alla criminalità, scavare fossati, espellere nomadi, attaccare senza ritegno i tuoi nemici ideologici; ma se le stesse cose le fa qualsiasi altra persona è un razzista, criminale, malvagio, etc.

Perché dire pane al pane e pantegana ai camorristi dovrebbe essere male?

periclitor ha detto...

perchè rappresenti tutti gli italiani non una cerchia di amici cafoni