mercoledì 6 febbraio 2008

La nota 17

Cercando i documenti ufficiali del Magistero cattolico nei riguardi della omosessualità mi trovo a rileggere le Considerazioni circa i progetti di riconoscimento legale delle unioni tra persone omosessuali (2003), redatto dalla Congregazione per la dottrina della fede.
Il documento è notevole nella sua interezza. Ma la nota 17 merita una particolare attenzione. Da rileggere ogni tanto per assaporarne il senso.

Occorre non dimenticare inoltre che sussiste sempre «il pericolo che una legislazione che faccia dell’omosessualità una base per avere dei diritti possa di fatto incoraggiare una persona con tendenza omosessuale a dichiarare la sua omosessualità o addirittura a cercare un partner allo scopo di sfruttare le disposizioni della legge» (Congregazione per la Dottrina della Fede, Alcune considerazioni concernenti la risposta a proposte di legge sulla non discriminazione delle persone omosessuali, 24 luglio 1992, n. 14).

10 commenti:

L'Esorciccio ha detto...

Interessante 'sto blog...
Scambiamoci il link

RENZO ha detto...

"addirittura a cercare un partner"?
Si spingono proprio avanti, questi omosessuali, ma che pretese...

sam ha detto...

nazisti...

Aleg ha detto...

In pratica, in questo lugubre e squallido stralcio ci si auspica che le persone omosessuali passino la vita a nascondersi, rodersi nell'ombra e possibilmente restare soli.
Complimenti. Ma non era la religione dell'amore?

sam ha detto...

@ aleg: in pratica quello che abitualmente fanno in Vaticano e vorrebbero allargare a livello nazionale e internazionale.

Chiara Lalli ha detto...

Scusate, eh!, ma se questi omosessuali sono scrocconi e approfittano delle leggi di uno Stato, ci dovrà pur essere qualcuno che protesta?

paolo de gregorio ha detto...

Eeeeh, che pericolo TREMENDO! Che incoraggiamento orrido da parte dello Stato: incoraggiare a dichiarare l'omosessualità? Terribile! Addirittura poi cercarsi un partner, addirittura.

Come sarebbe bello viaggiare nel futuro e trovarsi tra i banchi di scuola quando i libri parleranno liberamente e oggettivamente di queste forme di razzismo. Come oggi noi leggiamo delle inquisizioni...

La Storia renderà giustizia... e i papi saranno tutti ricordati per quello che sono veramente stati....

gabibbo ha detto...

mammamia, tremo al pensiero di questo pericolo...
per fortuna che ci pensa questa banda di pedofili a proteggere la famiglia naturale e la moralità contro questa assurda pretesa di diritti...
gentaglia...

anonimo-italiano ha detto...

che non sia mai, che ci si dichiari o che si cerchi un partner! Bisonga scongiurarlo, questo "pericolo".

Bisogna ammettere che questo documento è un passo avanti: una volta li bruciavano in Campo de' Fiori

Michele Pezza da Itri ha detto...

Una provocazione bonaria: sono gli omosessuali che vorrebbero che la Chiesa li discriminasse e non li trattasse come tutti gli altri, con crudeltà, qualcuno potrebbe pensare, ma in modo equanime. Se non sei sposato, niente sesso. Semplice, no?

Perché gli omosessuali dovrebbero avere la dispensa papale?