venerdì 26 gennaio 2007

Un Paese civile

Da un comunicato stampa da Downing Street:

Tony Blair says he will work to find a solution that ends discrimination against gays while protecting vulnerable children receiving help with adoption from Catholic agencies.
The Equality Act, due to come into effect in April, outlaws discrimination in the provision of goods, facilities and services on the basis of sexual orientation. But the agencies claim they will close if not given an opt-out from having to place children with homosexual couples, which they say goes against their beliefs.
Le parole di Tony Blair sono fantascienza per le nostre orecchie:
These new regulations provide a massive step forward in ending discrimination against gay people. They build on previous measures such as equalising the age of consent, ending Section 28 and the introduction of civil partnerships. Now we want to ensure equality in the provision of goods and services, such as hotels and housing.

This is about regulations which will extend further anti-discrimination legislation. We are clear about what we want to do. There is one last aspect within the new regulations to resolve and it concerns adoption.

I have always personally been in favour of the right of gay couples to adopt. Our priority will always be the welfare of the child. That is why the Adoption Act (2004) sought to extend the field of potential adoptive parents to include unmarried and gay couples.

9 commenti:

Leilani ha detto...

E' bello sapere che c'è gente che non cede ai ricatti :)

Anonimo ha detto...

ricatti da parte di chi?
i veri clericali oggi siete voi che vi inginocchiate di fronte non a tonache nere ma cammici bianchi

eraclito

Yoshi ha detto...

per fortuna che ci sono i preti a difendere la libertà e la democrazia eh? quando c'era il papa re sì che si stava bene!

Anonimo ha detto...

sì, per fortuna in italia c'è il vaticano!
sulle coppie di fatto come sulla fecondazione.
bigotti battono laicisti 2-0

eraclito

Anonimo ha detto...

E per fortuna che finalmente qualcuno ha il coraggio di dirlo. Che iil Vaticano è una argine alle degenerazioni e che rappresenta la maggioranza degli italiani.
Ve lo siete scordato questo?

Marco

Leilani ha detto...

i cammmmmmici di chi ammmmmmmmmico mmmmio?

vaticano "argine alle degenerazioni"?
proteggendo i pedofili e facendo in modo che non vengano messi in galera dove meritano?
ah però.

Anonimo ha detto...

battezzato, comunicato, cresimato, ho letto in chiesa, addirittura cantato in sardo (ecco, perché tendo al raddoppio delle consonnanti...)nelle processioni.
mai incontrato un prete pedofilo.
che sfiga,leilani, non trovi?

eraclito

sergio ha detto...

eraclito hai provato a chiedere la cittadinanza in Vaticano? Sono disposto a portarti le valige sino all'ingresso, non oltre eh.

P.S. Complimenti per il blog, da oggi sarà una lettura quotidiana.

Leilani ha detto...

non sarai abbastanza carino tesoro, chettedevodì.